Tecnologia WiFi per le strutture turistiche/

Una struttura turistica è un’area con una superficie di alcuni chilometri quadrati. Di conseguenza, la tecnologia WiFi (802.11ac) appare come la soluzione più adeguata per soddisfare, in termini di costi ed efficienza tecnologica, le esigenze di connessione relative agli oggetti di una struttura turistica, a prescindere dalla velocità della connessione.

La tecnologia WiFi a maglie (Mesh) permette di connettere tutti i dispositivi mobili degli ospiti e tutti gli oggetti in grado di comunicare di una struttura turistica attraverso un’unica infrastruttura integrata e solida.

La tecnologia WiFi si evolve parallelamente alle reti mobili, con portate più ridotte a fronte di una velocità maggiore.

Schema di evoluzione della tecnologia WiFi e delle reti mobili

Rete OsmoMesh WiFi ad alta velocità 1 Gbit/s/

Cablare tutti i punti di una rete è una soluzione che può rivelarsi molto costosa e addirittura penalizzante in caso di installazione in una struttura turistica. Osmozis ha sviluppato una rete a maglie WiFi senza fili, OsmoMesh, che permette di estendere la portata complessiva a diversi chilometri (distanza media). La comunicazione tra due punti della rete avviene tramite WiFi e senza l’utilizzo di cavi. Se si verifica un guasto in uno dei due punti della rete, l’architettura delle maglie viene riorganizzata in modo dinamico (remeshing) per permettere di riparare subito la rete e mantenerla operativa.

La soluzione OsmoMesh, interamente progettata da Osmozis, è uno dei pochissimi approcci di architettura a maglie WiFi che unisce un instradamento dinamico multicanale, una rete di antenne direzionali e una gestione distribuita basata su molteplici router. In base alle interferenze misurate all’interno di una struttura, i canali utilizzati vengono scelti in modo dinamico in modo da ottimizzare le velocità di trasmissione dei dati. La ripartizione della gestione del sistema su un gran numero di router della rete permette di eliminare i gravi problemi correlati alla perdita di gestione della rete in caso di malfunzionamento di un punto.

Siccome il consumo dei dati da parte dei singoli individui, considerati tutti i possibili utilizzi, raddoppia ogni anno le strutture turistiche devono essere quindi in grado di offrire un servizio “come a casa” per far fronte a questa richiesta. L’arrivo della fibra ottica nelle strutture turistiche nasce in risposta a questa esigenza in costante aumento e attualmente offre velocità massime di 200 Mbps.

Basata sullo standard 802.11ac, la rete OsmoMesh permette di raggiungere velocità di trasferimento di 1 Gbit/s sui collegamenti che utilizzano la banda a 5 GHz.

Considerando che molti dispositivi integrano già WiFi e 4G/5G, le reti OsmoMesh sono adeguate per gestire i sovraccarichi delle reti mobili, talvolta congestionate nei luoghi di villeggiatura (offload).

OsmoMesh: brevetti europei/

La soluzione OsmoMesh (per la quale sono stati depositati dei brevetti europei) è caratterizzata da:

  • Algoritmi multimediali ottimizzati di gestione del traffico, che garantiscono buone prestazioni per i flussi audio o video multipli, pur conservando una larghezza di banda sufficiente per le applicazioni di dati.
  • La classificazione automatica di tutto il traffico, basato sulla porta UDP/TCP, viene gestita in funzione delle priorità e delle caratteristiche del traffico.
  • Una gestione automatica delle periferiche a velocità ridotta 802.11, per assicurare la disponibilità della larghezza di banda per le applicazioni video prioritarie.
  • Il sistema stabilisce costantemente il canale appropriato nelle bande a 2,4 GHz e 5 GHz. Non richiede quindi nessuna configurazione o supervisione.

OsmoMesh per i dispositivi mobili e Internet delle cose/

La soluzione OsmoMesh è stata sviluppata interamente dagli ingegneri del team Ricerca e Sviluppo di Osmozis ed è stata progettata appositamente per le strutture turistiche in Europa.

Il numero di oggetti connessi nelle strutture turistiche aumenterà in modo esponenziale nei prossimi anni e serviranno connessioni più veloci. Si tratteràanno di dispositivi mobili come gli smartphone, le telecamere di videosorveglianza, i sistemi di comunicazione audio, le barriere, i dispositivi di rilevamento delle misure per motivi di sicurezza e i registratori di cassa.

La soluzione OsmoMesh, che può dare priorità ai pacchetti di dati trasmessi dai dispositivi di comunicazione in tempo reale, è la rete ad alta velocità più adatta alle esigenze di una struttura turistica. Alcuni server dedicati controllano l’accesso di tutti i dispositivi mobili e degli oggetti connessi alla rete OsmoMesh tramite un protocollo proprietario molto sicuro.

Tecnologia all'avanguardia/

Osmozis in cifre nel 2016:

  • 10 ingegneri specializzati in Ricerca e Sviluppo
  • 4 ricercatori specializzati in Telecomunicazioni e Informatica
  • 3 brevetti (uno in attesa di approvazione)
  • Da 2 a 400 OsmoSpot per struttura

Call center

+39 02 9475 8863